• Italiano
  • English

I poveri non sono oggetti

Si tende di solito a vedere nella contrapposizione fra “crescita a beneficio dei poveri” e “crescita a danno dei poveri” due alternative distinte della politica economica. Ma la mia preoccupazione è un’altra, perché anche quando la scelta effettivamente perseguita è stata quella della “crescita a beneficio dei poveri”, abbiamo visto che l’obiettivo non è stato raggiunto. Si tratta infatti di una strategia che cerca di mettere in moto l’economia, aspettandosi che anche i poveri vengano “trascinati” da questo movimento, ma in realtà li considera come degli “oggetti”.

Un mondo senza povertà (Universale economica. Saggi), Muhammad Yunus, Pos. 310-17 su Kindle

Rispondi