• Italiano
  • English

I profitti vanno destinati ad opere ed iniziative a vantaggio del territorio

Il capitale della società avrebbe dovuto passare gradualmente nel patrimonio dell’istituenda fondazione, fino all’acquisizione del controllo e della gestione, affidata a rappresentanti dei lavoratori, degli enti locali e d’istituzioni culturali e universitarie. I profitti, oltre alla naturale destinazione ai salari e agli stipendi, all’innovazione tecnologica e all’espansione dell’impresa, sarebbero stati investiti in opere e iniziative di pubblica utilità a vantaggio del territorio della Comunità.

Le Fabbriche di Bene, Adriano Olivetti, Pos. 230-34 su Kindle

Rispondi