• Italiano
  • English

Lezioni nel Laboratorio Criativo – Parte 2

Il giorno dopo la riunione sono iniziate le lezioni. Le nozioni di disegno tecnico e di apprendimento teorico sono andate avanti contemporaneamente alla realizzazione dei primi prodotti. Le prime settimane di lezione sono state rivolte alla creazione di oggetti per il capannone di Ascapéu e al miglioramento del giardino, progettando insieme ai ragazzi. Per tutti questi progetti, abbiamo cominciato da cose semplici, per poi andare avanti e aumentare sempre più la complessità dei prodotti: un vecchio lavabo trasformato in una struttura per mettere a dimora piccole piante, un secchio, la porta del bagno, dei giochi.

Con gli studenti abbiamo partecipato ad un concorso chiamato “Encontro nacional pro Catadores”. Il bando chiedeva di presentare progetti innovativi che stimolassero nuove forme di reddito o nuove forme di collaborazione nelle comunità di catadores: il nostro progetto calzava a pennello per questo concorso, ed abbiamo scritto un testo assieme ai ragazzi per partecipare ad una categoria del bando che parlava di produzioni artigianali sostenibili. Il progetto prevedeva inoltre la spedizione di un oggetto che sarebbe rimasto in mostra nella capitale Brasilia.

Di oggetti da poter spedire ne avevamo già, ma abbiamo colto l’occasione per sviluppare progetti specifici per il bando, incominciando ad aumentare il livello di complessità dei prodotti da realizzare durante le lezioni. Con questi presupposti sono nati la “Cadeira Brasilia” e la “Mesa recuperada”.

La prima è una sedia realizzata cercando di curare il dettaglio, senza usare nessuna una vite o ferramenta metallica, ma studiando gli incastri del legno, giocando e mischiando i colori differenti del pallet che avevamo a disposizione.

La “Mesa recuperada” invece è un tavolo prodotto partendo da una struttura di una vecchia porta. Sopra il piano di multistrato già esistente abbiamo realizzato un incastro con legni provenienti da cassette di frutta, e studiato un giunto per le gambe in legno di pallet. I progetti sono stati divertenti da realizzare e soprattutto i ragazzi volevano arrivare ad un oggetto di qualità realizzato al meglio.

Per il concorso “Encontro nacional pro catadores” abbiamo inviato la “Cadeira Brasilia”, principalmente per contenere i costi di spedizione: il prodotto è stato selezionato ed abbiamo avuto il nostro progetto pubblicato e la sedia in mostra per un paio di mesi nella capitale.

Tutti i prodotti vendibili, costruiti durante le lezioni sono stati portati alla fiera della città dove abbiamo proposto anche gli altri progetti di cui abbiamo parlato in precedenza. La fiera è stata un successo, abbiamo venduto, ed abbiamo mostrato il percorso del laboratorio portato avanti in pochi mesi di vita, abbiamo proposto un artigianato innovativo, proveniente dagli scarti della città, ci siamo differenziati per la quantità di giovani presenti come artigiani nel nostro stand, a differenza degli altri che erano per lo più signore anziane che proponevano un artigianato il più delle volte privo di un’identità caratteristica del luogo di appartenenza, che si poteva ritrovare in tutte le città dello stato di Minas Gerais. Questo, ad eccezione fatta per una signora, una delle istituzioni dell’artigianato di Pompéu, che lavora in modo impeccabile con il metodo del Crochet: ora stiamo pensando come poter collaborare per creare qualcosa insieme.